Le caratteristiche dei prestiti con cambiale per chi è senza busta paga: guida e informazioni

Indice dei contenuti

Il bisogno di soldi, spesso è una necessità improrogabile. Vuoi che sia per saldare dei piccoli debiti o magari per affrontare delle spese improvvise. Ma è possibile certo richiedere un prestito anche per realizzare progetti personali o quel sogno nel cassetto chiuso là da tempo. Una macchina nuova o un nuovo elettrodomestico. Insomma, i motivi che giustificano la richiesta di un prestito possono essere infiniti.

A tal proposito, sono diversi gli istituti o enti di credito utili e che erogano somme in denaro. La scelta tra uno di questi non è determinata solo da chi offre la miglior proposta di prestito in termini di costi e spese accessorie, ma anche dalla situazione in partenza che si può offrire alla società in questione. Le garanzie, in tal senso, sono spesso essenziali a finché un prestito venga concesso. Ma se queste sono assenti?

Nella guida che segue, vorremmo analizzare proprio questa possibilità. Come fare se non si ha una busta paga? Quali possono essere le scelte migliori per ottenere comunque una certa liquidità? Forse ciò che fa per voi è il prestito cambializzato! Se siete curiosi di saperne qualcosina in più, non perdetevi utili consigli e info da conoscere assolutamente prima di richiedere un prestito con cambiali.

Prestito personale o finalizzato? Cosa cambia?

Prima di concentrarci sulla tipologia specifica di prestito cambializzato, è bene sapere quale sia la differenza tra le due macro-categorie di prestiti attualmente concessi.

Il prestito personale, è quel tipo di finanziamento che permette di ottenere una data quantità di denaro, erogata da una banca o una finanziaria autorizzata. Il richiedente di tale prestito, avrà l’assoluta libertà di gestione del capitale ottenuto. Senza dover motivare o giustificare nessuna delle spese eventualmente effettuate con tale somma. Questo è di certo il prestito più ambito, in quanto sarà possibile usare il denaro in modo del tutto autonomo. Logicamente, accedere ad un finanziamento simile comporterà la richiesta, da parte dell’ente di credito, di una sfilza di requisiti e garanzie minime al fine di non rischiare perdite onerose. In parole povere, la vostra credibilità creditizia non dovrà fare una piega.

E il prestito finalizzato? 

Per quanto riguarda la seconda grande categoria di prestiti, possiamo dire che questa è sicuramente la più indicata se il nostro bisogno non coincide con una richiesta effettiva di liquidità. In breve, il prestito finalizzato permetterà di ottenere un prodotto o servizio singolo. L’esempio più banale e comune è quando direttamente in una concessionaria, si ha intenzione di acquistare una nuova automobile. Solo raramente si avrà il denaro per acquistarla. Per tale ragione, spesso si provvede alla richiesta di un finanziamento per l’appunto finalizzato all’acquisto unico del prodotto. L’esercente del punto vendita, provvederà all’avvio della pratica di finanziamento grazie a precedenti convenzioni stipulate con una o più finanziarie. Il cliente, si impegnerà a saldare mensilmente le rate, al fine di rimborsare il costo di vendita della macchina.

Il prestito finalizzato è uno dei più semplici da ottenere, malgrado anche in questo caso siano richieste determinate garanzie.

Ma se non si ha la busta paga? Quale prestito richiedere?

In determinate circostanze, richiedere un prestito in modo standard risulta difficile se non impraticabile. Ricordiamo che banche e finanziarie, valuteranno caso per caso prima di concedere un prestito o comunque un qualsiasi tipo di finanziamento.

Senza una solida e valida credibilità creditizia, le difficoltà non tarderanno a spuntare. Una di queste è proprio l’assenza della busta paga. Questo perché, per la banca o la finanziaria in questione, non rispecchierete l’ideale di cliente che possa assicurare il rimborso effettivo dell’eventuale somma erogata. In tal caso, fare richiesta del prestito presenterà già problematiche. Ecco che, l’ideale sarebbe di valutare altre strade. Una di queste è proprio il prestito con cambiali. 

Le cambiali sono dei titoli di credito, che andranno correttamente compilate e munite di bollo. Queste consentono al creditore, di accedere, in caso di inadempienza del beneficiario nel rimborso del debito, ai suoi beni che, in tal senso, fungono da garanzia.

Senza busta paga che garanzia offrire?

La soluzione in mancanza di una busta paga o comunque di un reddito mensile stabile, è di far rientrare nella trattativa di finanziamento, al momento della stipula del contratto, di un garante. Il garante non è altro che un utente che mediante firma, si impegna in caso di mancato pagamento da parte del beneficiario del prestito, a saldare il debito in corso.

Questo può essere un genitore ad esempio, oppure un conoscente. Grazie a questa escamotage, anche chi non è in possesso di una busta paga, potrà ottenere una data somma in denaro. Risulta assai logico pensare che, minori e più deboli saranno le garanzie offerte dal beneficiario, minore sarà il capitale che la banca o la finanziaria concederà malgrado la presenza delle cambiali.

Cosa occorre presentare per ottenere un prestito cambializzato?

Abbiamo osservato chi, a fatto compiuto, è più motivato a far richiesta di un prestito del genere. Ma cosa serve per avviare la domanda? Ecco i documenti da presentare quando vi è l’assenza di una busta paga:

  • Carta di identità.
  • Codice fiscale.
  • Firma del garante. 
  • Copia del Tfr.

Conclusioni e consigli utili.

Il prestito cambializzato, è perciò una valida alternativa ai prestiti comuni richiesti in banca o in finanziaria. Un prestito del genere è richiedibile anche privatamente. Il capitale ottenibile varia anche in base non solo a chi verrà richiesto il prestito ma anche su quali sono le garanzie di partenza del potenziale beneficiario. I costi relativi ai tassi di interesse e alle spese accessorie sono comunemente più elevati, rispetto ad un prestito standard senza cambiali. Ma d’altro canto, risultano anche più rapidi da ottenere.

In caso di necessità, data la natura particolarmente flessibile dei prestiti cambializzati, è possibile far richiesta di un posticipo del pagamento di una o più cambiali. Tuttavia, questa scelta, comporterà un accumulo di interessi più elevato da versare. Il suggerimento è di valutare per bene se si è in grado di saldare il debito regolarmente, in quanto, proprio le cambiali, daranno facoltà di esproprio dei beni del beneficiario anche solo per una singola rata non pagata.